Cagliari, ecco un altro colpo: ufficiale l’arrivo di Nandez

Nahitan Nàndez è ufficialmente un nuovo giocatore del Cagliari. Un altro colpo di mercato importante per i rossoblù, che  rafforzano ulteriormente la propria linea mediana dopo gli arrivi di Nainggolan e Rog. Qualche istante fa la società isolana ha annunciato l’arrivo del centrocampista uruguaiano dal Boca Juniors mediante un comunicato: “Il Cagliari Calcio comunica di aver acquisito a titolo definitivo dal Boca Juniors il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Nahitan Nández – si legge sul sito del club isolano – il centrocampista uruguaiano ha firmato un contratto che lo lega al club rossoblù sino al 30 giugno 2024. 

foto ufficiale Cagliari Calcio ©

Nato a Punta del Este il 28 dicembre 1995, Nández è cresciuto nelle fila del Peñarol e ha esordito nella massima serie uruguaiana a soli 18 anni. In quattro stagioni ha conquistato due volte il titolo nazionale, totalizzando 87 presenze e 8 reti. Nel 2017 è arrivato al Boca Juniors, dove è diventato velocemente uno degli uomini chiave della squadra: con i “Bosteros” ha vinto da protagonista il campionato argentino nel 2017-18 ed è arrivato in finale di Copa Libertadores. Lo scorso maggio ha alzato la Supercopa Argentina. 

In Nazionale ha già collezionato ben 27 gare: ha preso parte ai Mondiali di Russia 2018, dove è sceso in campo in tutte le partite che hanno visto impegnata la “Celeste” guidata da Oscar Washington Tabarez.
Calciatore di alto profilo internazionale, prototipo del centrocampista dinamico che ama giocare a tutto campo, box to box, completo nelle due fasi, Nández sa disimpegnarsi nelle varie posizioni della mediana.

Ottima tecnica, gran corsa, capacità di recuperare palloni e far ripartire immediatamente l’azione, visione di gioco: abile tatticamente, sa inserirsi senza palla e trovare la via del gol, anche dalla distanza. Nato leader, autentico combattente, tra le sue spiccate qualità il carattere, la determinazione, la voglia di non arrendersi mai. Benvenuto in rossoblù, Nahitan!”.

Lascia un commento