Cagliari-Udinese 1-2, sconfitta amara ma indolore

Pavoletti porta in vantaggio i rossoblù nel primo tempo. Hallfredsson e De Maio la ribaltano nella ripresa

di Luca Pes

Il Cagliari saluta la Sardegna Arena con una sconfitta. Una buona prova degli uomini di Maran in alcuni frangenti del primo tempo viene vanificata da una seconda parte di gara in cui i rossoblù hanno subito il gioco friulano senza riuscire a contrapporsi con determinazione. Una sconfitta indolore per il Cagliari che ha raggiunto la salvezza otto giorni fa e conclude il proprio campionato al quindicesimo posto con 41 punti. I friulani con i tre punti della Sardegna Arena si portano a 43 in classifica e ottengono la dodicesima posizione. 

LA CRONACA

TORNA CASTRO – Maran torna all’assetto tattico che ha caratterizzato la stagione del Cagliari: il 4-3-1-2. In porta c’è Cragno, davanti a lui i due centrali Klavan e Pisacane. Sulla destra Srna la spunta su Cacciatore, sul versante opposto c’è Lykogiannis. In regia confermato Bradaric, ai suoi lati Castro e Ionita. L’argentino dopo l’amichevole disputata contro l’Olbia ritrova una maglia da titolare per salutare questa sfortunata stagione. Barella torna a occupare la trequarti e supporta le due punte Pavoletti e João Pedro. Parecchie assenze in casa Udinese. Formazione rivoluzionata dunque con Musso in porta e Troost-Ekong perno centrale della difesa a tre. In regia c’è Hallfredsson, al suo fianco Badu al posto di De Paul. Le fasce vengono presidiate da Ter Avest e D’Alessandro. In attacco Pussetto e Teodorczyk. Prima del match Alessio Cragno è stato premiato come MVP rossoblù della stagione dopo una votazione avvenuta sul sito ufficiale del Cagliari.

VANTAGGIO PAVOLETTI – Ritmi blandi ad inizio partita, le due squadre sembra non vogliano farsi del male. Primo squillo del Cagliari al 15° con Lykogiannis che impegna Musso con un calcio di punizione di sinistro. Al 17° Ionita si avventa sul pallone dopo un cross di Srna ma non riesce a superare l’estremo difensore friulano. Al 18° il Cagliari passa in vantaggio: Srna scodella col destro, Pisacane con una sponda serve al centro e Pavoletti a due passi dalla porta mette in rete di testa. Al 28° Cagliari pericoloso con Barella che impegna Musso con una conclusione a giro da fuori area. Nel finale di tempo l’Udinese alza il baricentro per cercare il pareggio ma la partita scorre verso il riposo senza particolari sussulti.

L’UDINESE LA RIBALTA – In avvio di ripresa i bianconeri si portano in avanti a più riprese e trovano il gol con Pussetto: l’arbitro annulla per fuorigioco su decisione del VAR. Al 57° Udinese pericolosa con con Ter Avest che da posizione defilata impegna Cragno. Il pareggio friulano arriva al 59° con Halfredsson che sorprende l’estremo difensore cagliaritano con un tiro cross velenosissimo. L’Udinese continua a premere sull’acceleratore e trova addirittura il vantaggio al 69° con De Maio che approfitta di una disattenzione della difesa rossoblù e supera Cragno con un colpo di testa su assist di Mandragora. Secondo tempo difficile per il Cagliari che non riesce a produrre gioco e non sembra in grado di impensierire la difesa friulana. Maran prova a scuotere i suoi inserendo Birsa, Padoin e Cerri al posto di Castro, Srna e Bradaric: attacco di peso per l’assalto finale rossoblù. Cerri all’88° prova la rovesciata e manca l’appuntamento con la sfera. In pieno recupero João Pedro va vicinissimo al pareggio ma la conclusione del brasiliano termina di poco a lato.

Il tabellino di Cagliari-Udinese 1-2

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna (76° Padoin), Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Castro (67° Birsa), Bradaric (82° Cerri), Ionita; Barella; Pavoletti, Joao Pedro
A disposizione: Rafael, Aresti, Cacciatore, Romagna, Cigarini, Deiola, Oliva, Despodov, Thereau
Allenatore: Rolando Maran

UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Samir; Ter Avest, Badu (82° Wilmot), Hallfredsson, Mandragora (88° Micin), D’Alessandro; Pussetto (77° Lasagna), Teodorczyk
A disposizione: Musso, Perisan, Barak, Bocic, Okaka
Allenatore: Igor Tudor

ARBITRO: Volpi di Arezzo
Assistenti: Passeri-Mokhtar
Quarto ufficiale: Maggioni
VAR: Giua
AVAR: Ranghetti

MARCATORI: 18° Pavoletti (C), 59° Hallfredsson (U), 69° De Maio (U)

Ammoniti: Srna (C), Musso (U), Klavan (C)

Corner: 9-3

Recupero: 0′-5′

Abbonati: 10.570     Biglietti venduti: 4.808     Incasso di giornata: 66.300 €

Lascia un commento