Giovanni Simeone: “Siamo una squadra di guerrieri”

Giovanni Simeone - © foto Cagliari Calcio
Giovanni Simeone – © foto Cagliari Calcio

a cura della redazione sportiva

Giovanni Simeone ha rilasciato un’intervista al quotidiano “L’Unione Sarda” nella quale commenta l’ottimo avvio del Cagliari e poi si proietta verso la sua prima sfida da ex contro la Fiorentina (domenica, Sardegna Arena, ore 12:30)

MOMENTO MAGICO “Non dobbiamo guardare la classifica, la posizione attuale è frutto del lavoro quotidiano, allenamento dopo allenamento e partita dopo partita. Siamo una squadra di guerrieri, quando lotti sai che uscirai dal campo conscio di aver fatto il massimo”.

INTESA COI COMPAGNI “Sono concentrato sul campo, sarà una partita speciale ma non devo pensare al passato, bensì a correre e combattere. Ci conosciamo sempre meglio tra compagni, sentiamo crescere la fiducia e davanti abbiamo fatto molto bene nelle ultime partite, ci sono giocatori con caratteristiche diverse, da Joao Pedro a Nainggolan. E poi ci sono io che faccio ‘battaglia”.

RICORDANDO ASTORI “Lui è sempre con me, come domenica scorsa a Bergamo, la sua città. Ecco perché con l’Atalanta è stata una partita particolare. Ho ripensato a lui, una persona cui era facile volere bene. Parlava con tutti, cercava di spingere la squadra e creare il gruppo. A Cagliari il ricordo di Davide si è trasformato in una spinta che mi arriva da lassù”.

AMORE PER CAGLIARI “Dicevo sempre, scherzando, che a Firenze manca solo il mare. Io sono un uomo di mare e qui mi sento pieno, completo. Vado spesso con la mia fidanzata Giulia a passeggiare al Bastione, ma amo soprattutto pranzare al Poetto. Vedere il mare, la mattina, mi trasmette serenità, pace”.

fonte: CagliariCalcio.com

Lascia un commento