Lo spettacolo della Nazionale italiana di volley maschile al Pala Pirastu di Cagliari

di Alessio Caria

23 e 24 maggio 2019. Due date importanti che molti appassionati del grande volley difficilmente dimenticheranno. Una grande folla si è infatti radunata al PalaPirastu di Cagliari per assistere ad un vero e proprio spettacolo, quello inscenato dalla Nazionale italiana maschile, giunta nel capoluogo dell’isola per disputare due sfide amichevoli contro il Giappone. Applausi, emozioni e grandi giocate in un impianto colmo all’inverosimile nel quale atleti, famiglie, tifosi e addetti ai lavori hanno davvero respirato la vera pallavolo.

I ragazzi di coach Blengini hanno messo in campo due buone prestazioni davanti ad una bellissima cornice di pubblico. 3-1 in favore degli azzurri (25-20, 18-25, 25-16, 25-21) il risultato della prima giornata, con l’opposto Gabriele Nelli, mvp della gara e autore di 12 punti, 1 ace e 3 muri, vero e proprio mattatore di serata. Nella seconda giornata è invece arrivata una sconfitta al tie-break (17-25, 26-24, 20-25, 25-22, 11-15) contro l’ottimo Giappone del ct Yuichi Nakagaichi, formazione che è stata capace di esprimersi su buoni livelli. Il tecnico Blengini ha comunque ricevuto risposte positive da giocatori che, fino a questo momento, erano stati poco o mai impiegati in Nazionale maggiore. “E’ importante considerare queste partite come un momento per continuare a imparare e a migliorare alcuni aspetti che vogliamo portare avanti e fare sempre meglio di squadra”, ha sostenuto il tecnico degli azzurri al termine della prima gara, “Tre settimane di lavoro sono poche e lo sappiamo, non consideriamo questo fatto né una scusa né un limite, ma continuiamo a prenderci tutto il tempo che abbiamo per cercare di sfruttare le occasioni e crescere”.

Domani, in Cina, il primo impegno degli azzurri nella Volley Nations League contro l’Iran. Un grande appuntamento per una Nazionale che, dopo aver fatto sognare il pubblico accorso al PalaPirastu, vuole ora dire la sua in un’importante manifestazione internazionale.

 

 
 

 

 

Lascia un commento