Partito Democratico, domenica le Primarie

di Matteo Portoghese

Nel silenzio generale, il Partito Democratico è pronto per le Primarie 2019. Domenica 5 marzo gli elettori del PD sono infatti chiamati a scegliere il loro leader; i candidati sono Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti.

Certo non si può dire che di questa consultazione, ormai una prassi nell’ambito del partito nato nell’ottobre 2007 e ora presieduto da Matteo Orfini, si sia parlato tantissimo sui media e social nelle ultime settimane; il dibattito sul governo e le opposizioni a livello nazionale, le elezioni regionali a livello sardo, hanno tolto alle Primarie le luci dei riflettori. 

Nonostante ciò, si tratta di un appuntamento importante per gli sviluppi futuri del PD e del centrosinistra tutto; nell’isola, poi, sarà interessante valutare i contraccolpi della sconfitta del centrosinistra tutto alle Regionali. Riuscirà il partito, dopo il 13,48% di consensi raccolto domenica alle urne, a dare un segnale, magari in termini di affluenza? O le primarie stesse si dimostreranno un flop? Non resta che osservare, aspettare e valutare. 

Chi può votare – Posso esprimere il loro voto tutti i cittadini italiani iscritti alle liste elettorali possono votare […] con sé un documento di riconoscimento (e) la tessera elettorale. Sul sito ufficiale delle Primarie è disponibile un apposito tasto (“trova il tuo seggio”) su cui cliccare per scoprire il seggio più vicino.
Da segnalare l’opzione per i fuori sede, che hanno avuto tempo sino a lunedì 25 febbraio per registrarsi e poter quindi votare anche lontani dal loro comune di residenza, come da Delibera n. 41 del partito. 
Vale la pena di menzionare (Delibera n. 42 – Minorenni infradiciottenni) che anche i ragazzi di età compresa tra 16 e 18 anni, previa registrazione entro la scadenza di cui sopra, hanno diritto di voto. Idem dicasi per cittadini comunitari non italiani ed extracomunitari, come anche gli italiani i residenti all’estero o temporaneamente all’estero
A ognuna di queste categorie verrà richiesto un contributo di 2 euro; da tale contributo sono esentati gli iscritti al partito. 

Nicola Zingaretti, romano classe 1965, è Presidente della Regione Lazio dal marzo 2013; già eurodeputato ( (2004-2009) e Presidente della Provincia di Roma dal 2008 al 2012, è stato durante gli anni novanta al vertice dell’International Union of Socialist Youth (Unione Internazionale della Gioventù Socialista), nonché segretario della Sinistra Giovanile. La sua mozione è scaricabile qui.

Segretario reggente, Maurizio Martina si presenta con una mozione dal titolo #fiancoafianco Cambiare il Pd per cambiare l’Italia. Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali nel periodo 2014-2018, dopo essere stato Sottosegretario di Stato del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con delega ad Expo 2015 , è attualmente deputato. La sua mozione è scaricabile qui.

Parlamentare dal 2001, Roberto Giachetti è giornalista pubblicista e si presenta alle primarie con la mozione #Sempreavanti, scaricabile qui

Cliccando su questo link è possibile trovare il proprio seggio; sarà sufficiente infatti digitare il nome del comune di residenza. 


 

Lascia un commento