Arriva il grande giorno, Ranieri sbarca a Cagliari tra le feste dei tifosi

di Carlo Manca

Claudio Ranieri sbarca a Cagliari. Foto Cagliari Calcio

Claudio Ranieri torna ufficialmente alla guida del Cagliari dopo trent’anni. Memorabile la cavalcata con i rossoblù dalla C alla A, impresa che lo lanciò giovanissimo tra i grandi allenatori.

Questa volta non è serie C ma l’obiettivo non cambia.

Nella conferenza stampa di presentazione il neo tecnico è molto chiaro:

“Ritorno a Cagliari con un entusiasmo enorme. Qui sono diventato allenatore, da quell’esperienza ho sempre attinto le motivazioni più profonde nei momenti di difficoltà. Oggi ho l’esperienza per gestire questa situazione e per mettere le basi di un progetto a lungo termine. Questa è una sfida che sento mia.

Prometto entusiasmo, lavoro e ancora lavoro.

L’organico vanta elementi che le concorrenti si sognano. Ma tanto fa la motivazione di ognuno e per raggiungere certi traguardi ho bisogno solo di persone che ci credono.

Ranieri durante la conferenza stampa. Foto Cagliari Calcio

In tanti qui non hanno ancora capito dove giocano. Per le squadre di B fare risultato contro società storiche come il Cagliari o il Genoa vale già metà campionato. La serie B non è il nostro posto, lo so io e lo sa il resto d’Italia. Abbiamo il dovere di ambire.

Non ho ancora un modulo in testa, prima voglio vedere i giocatori con i miei occhi. Sappiamo tutti quanto il rendimento del singolo possa cambiare da tecnico a tecnico. Sarà importante anche vedere come i giocatori legano e si intendono tra loro. Il calcio è un gioco di squadra, quello che conta è il collettivo”.

Il ds Bonato: “Dopo la sconfitta di Palermo abbiamo rivalutato il progetto sportivo e deciso per un cambio. Claudio Ranieri è stato il primo nome nella lista. Grazie alla sua volontà e a quella del presidente Giulini c’è stato subito un accordo.

Sul mercato saremo molto attenti ai nuovi innesti, pochi e mirati. Nainggolan? È presto per parlarne. Su Nandez per ora solo voci, lui per noi è un giocatore importante e se qualcuno lo vuole dovrà presentarsi con offerte molto concrete”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.