Uta, Cesare Ena eletto presidente del Consiglio comunale

Cesare Ena, già consigliere di maggioranza nella precedente legislatura, è stato rieletto con quasi 200 preferenze nella lista civica Inversione a Uta

Durante il primo Consiglio Comunale di insediamento, Cesare Ena è risultato eletto già alla prima votazione grazie al voto compatto e unanime del gruppo di maggioranza. Ena, 58 anni, durante i precedenti 5 anni di amministrazione ha sofferto il lutto per la scomparsa della moglie Annalisa, compagna di una vita, trovando la forza di realizzare e dedicare a lei il sogno che coltivava da tempo, diplomandosi perito agrario nel giugno scorso. Studi che proseguirà all ‘Università nel corso di Beni culturali Archeologia. Una figura di riferimento dell’amministrazione utese apprezzata e riconosciuta nella Comunità utese per la sua disponibilità, tanto da essere noto come il “Gigante buono”. Da decenni impegnato nel volontariato e nell’associazionismo sociale, Cesare Ena succede al Sindaco rieletto Giacomo Porcu , che nella precedente consiliatura ha ricoperto il ruolo apicale del Consiglio.

Queste le parole di congratulazioni del sindaco Porcu:  «Esprimo i migliori auguri a Cesare Ena per la sua elezione a Presidente del Consiglio da parte di tutta l’Amministrazione Comunale. Una persona rispettata e di riferimento nella Comunità che saprà ricoprire il ruolo con equilibrio e alto profilo istituzionale. Come gruppo non abbiamo mai avuto dubbi nell’indicarlo per il ruolo di Presidente, visto che oltre alle grandi qualità umane è stato anche l’ unico consigliere comunale sempre presente dalla nostra prima elezione del maggio 2015. Per noi è per me in particolare è stato sempre un punto fermo in prima linea nei momenti di maggior crisi come l’alluvione e l’attuale pandemia».

«Ringrazio il gruppo di Inversione a Uta e i cittadini che ci hanno ridato fiducia. – Ha commentato Cesaree Ena – Prometto loro il mio massimo impegno e proseguendo con l’onestà che ci ha sempre contraddistinto in ogni azione amministrativa».

 

Andrea Piras

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.