Tendenza e previsione meteo dal 29 aprile al 5 maggio

a cura di Alessandro Gallo, meteorologo

Analisi sinottica.
Nel contesto anticiclonico Atlantico e Mediterraneo, la fine del mese di Aprile e l’inizio di Maggio sembra riservare un colpo di coda tipicamente invernale.
In quota, vedi la carta elaborata Meteonetwork et ECMWF at 5500 mt di quota, presenta un minimo isolato sulla penisola, un secondo minimo sull’Oceano Atlantico con tendenza a Cut Off e una vasta area depressionaria di origine Russo Siberiana.
La conformazione barica tende ad unirsi da metà settimana.
Una dinamica che potrebbe essere causata da un riscaldamento anomalo dell’area stratosferica con collasso termico che innesca una discesa di aria gelida di origine siberiana.
Fase che, se confermata dalle leggi caotiche dell’atmosfera, nella settimana incerta su gran parte della penisola, potrebbe innescare per il fine settimana un deciso peggioramento su tutta la penisola con piogge che localmente potrebbero raggiungere cumulati significativi: Friuli, Liguria di levante, Emilia, settore adriatico, Puglia, localmente il resto dell’Italia.
Probabili nevicate sul settore alpino, in particolare sul settore centro orientale con quota neve 800/1100 mt.

Sardegna.
Dalla nottata di lunedì graduale aumento della copertura nuvolosa che perdura per gran parte della giornata del martedì con deboli piovaschi pomeridiani a carattere intermittente, localmente indicati sul Sulcis et settore Centro occidentale dell’ isola.
Per mercoledì 1^ Maggio iniziali condizioni di cielo sereno o poco nuvoloso con successivo e graduale aumento della copertura che si alternerà a locali schiarite.
Giovedì su Venerdì, con la copertura nuvolosa a tratti uniforme si potrebbero registrare deboli piogge a carattere intermittente localmente sul campidano di Cagliari, Sulcis et Sarrabus.
Si entra nel fine settimana con la nuvolosità irregolare a tratti compatta con fenomenologia associata, piogge intermittenti, dalla tarda nottata del sabato alla domenica su gran parte della Sardegna.

Ventilazione in graduale diminuzione ma che permane dal quadrante Nord Occidentale con tendenza ad un aumento della forza dal fine settimana in particolare sulle coste nord occidentali, da forte a burrasca al largo et settore costiero orientale con ventilazione proveniente da Nord Nord Est con burrasca nel Tirreno centrale e intensità forte sulle coste sarde esposte.

Temperature senza significative variazioni. In lieve aumento nelle ore centrali di mercoledì primo maggio 19/20 gradi di massima.
Successiva diminuzione su entrambi i valori per il fine settimana.
Massime 15/17 gradi centigradi.

Cagliari e la Sardegna si preparano a sciogliere il Voto al Santo Efisio in un contesto termico gradevole; ventilazione debole la mattina con cielo poco nuvoloso.
Dalle ore 12.00 circa cielo con nuvole medio basse sparse in graduale aumento in serata, con una ventilazione in debole aumento…piacevole al sole ma fastidio in zone d’ombra.

Buona festa dei lavoratori e buon Sant’Efisio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.