Assemini, il Comune ripropone il Bilancio Partecipato. Scadenza prorogata al 31 marzo.

Prorogato il termine per la presentazione dei progetti

di Carmen Corda

I cittadini asseminesi, singoli o associati, potranno esprimere la loro preferenza e le relative proposte progettuali su ciò che ritengono essere prioritario per il paese. Il Comune di Assemini ripropone, infatti, anche per l’anno 2019 il progetto Bilancio Partecipato già sperimentato nel 2017 e che nel 2018 ha portato al finanziamento dei due progetti più votati: l’acquisto di defibrillatori da destinarsi a tutte le scuole e la creazione di un Parco Geriatrico. Il termine per la presentazione dei progetti secondo lo schema di domanda di partecipazione è stato prorogato al 31 marzo 2019 al fine di dare maggior tempo ai cittadini.

Le risorse che l’Amministrazione mette a disposizione per l’anno 2019 sono pari 50 mila euro che potranno essere destinati ai servizi sociali, pubblica istruzione, cultura, sport, turismo o interventi sul territorio. Tutte le proposte pervenute saranno poi discusse e votate in un’assemblea cittadina e verrà infine finanziata la proposta che raccoglierà maggiore consenso.

Il Bilancio Partecipato, già sperimentato a diverse latitudini e in diversi sistemi economici, ha come obiettivo ultimo la promozione della partecipazione dei cittadini alle politiche locali. Chiamare i cittadini a decidere su una quota del budget significa anche facilitare il confronto; scelte largamente condivise, oltre a ridurre il conflitto, possono anche ridurre la distanza tra istituzioni e cittadini e favorire quel rapporto di fiducia necessario tra i cittadini e l’ente a loro più prossimo, cioè il Comune.

I cittadini asseminesi possono reperire tutte le informazioni e i contatti utili al link di seguito indicato:
Comune di Assemini – Bilancio Partecipato 2019

Lascia un commento