Assemini, riaprono al pubblico le Saline Conti Vecchi

Il FAI-Fondo Ambiente Italiano, dopo due mesi di isolamento, riapre i suoi beni su tutto il territorio nazionale. Viene così inaugurata una nuova fase che consentirà di guardare con fiducia al futuro del Paese. Gli italiani hanno voglia di riprendere in mano la propria vita, di tornare alle vecchie abitudini e sono ansiosi di ritrovare e riscoprire il proprio patrimonio di arte, natura e bellezza. Da venerdì 22 maggio 2020 la maggior parte dei beni storici, artistici e paesaggistici del FAI saranno nuovamente aperti al pubblico, che potrà usufruire di visite libere o guidate esclusivamente su prenotazione, al fine di garantire la massima sicurezza per tutti.

Saline Conti Vecchi, Assemini (CA) - foto Andrea Mariniello 2017 - © FAI - Fondo Ambiente Italiano
foto Andrea Mariniello 2017 – © FAI – Fondo Ambiente Italiano

Nel nostro territorio, riaprono le porte le Saline Conti Vecchi di Assemini, bene affidato in concessione alla società Ing. Luigi Conti Vecchi (Eni Rewind) e dal 2017 valorizzato dal FAI. In questo luogo unico, caratterizzato da un’immensa area naturalistica e da un sito di archeologia industriale all’interno di un impianto tuttora produttivo, i visitatori potranno passare piacevoli ore di svago e scoprire il funzionamento di una salina, grazie ad allestimenti d’epoca, proiezioni immersive e a un percorso tra vasche naturali, montagne di sale e una sorprendente fauna selvatica.

Da martedì a venerdì dalle ore 16.30 alle 20.30 e sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.30 sarà possibile prenotare la propria visita libera o guidata e ammirare gli ambienti storici di questa florida realtà produttiva – direzione, uffici e laboratorio chimico – restaurati e riallestiti nelle architetture, nelle decorazioni, negli arredi e negli oggetti così come erano negli anni Trenta. Nell’officina meccanica e nella ex-falegnameria si potrà assistere a due interessanti video proiezioni, altamente tecnologiche ed evocative, dedicate al racconto dell’impresa del sale, alla storia del villaggio operaio e alla vita lavorativa di un tempo, oltre che al paesaggio circostante. Sarà inoltre possibile effettuare un giro della durata di 50 minuti circa nelle saline vere e proprie a bordo di un trenino che permetterà di addentrarsi tra le vasche salanti e i bacini evaporanti e avvicinarsi ai luoghi della produzione attuale.

Per scoprire caratteristiche, segreti e curiosità delle Saline Conti Vecchi e del territorio in cui si trovano verrà offerta una preziosa opportunità: con la ricevuta di acquisto del biglietto i visitatori riceveranno via mail l’accesso ad un sito web dedicato ai contenuti di accompagnamento alla visita. Potranno così consultare già da casa, oppure durante la visita e lungo il percorso (anche tramite QR code in biglietteria), tanti e diversi materiali di introduzione, spiegazione e approfondimento: dalle schede descrittive di luoghi e oggetti, a vere e proprie visite guidate con guide d’eccezione, da ascoltare in podcast (ricordarsi gli auricolari!); da brevi racconti video a suggerimenti di itinerari a piedi o in bici nei dintorni del bene FAI, per prolungare la visita e magari organizzare un’intera giornata all’aria aperta.

VISITE IN SICUREZZA

Per consentire al pubblico di visitare i beni nella massima sicurezza, il FAI si è preoccupato di garantire il pieno rispetto dei principi definiti dal Governo per contrastare il contagio da Covid-19, a partire dal mantenimento della distanza sociale. La visita sarà contingentata per numero di visitatori e, ove possibile, organizzata a “senso unico” per evitare eventuali incroci. Le stanze più piccole e quelle che non permettono un percorso circolare saranno visibili solo affacciandosi; le porte saranno tenute aperte onde ridurre le superfici di contatto. Sarà d’obbligo indossare la mascherina per tutta la durata della visita. Saranno inoltre a disposizione dispenser con gel igienizzante sia in biglietteria che nei punti critici lungo il percorso.

Il giorno precedente la visita, i partecipanti riceveranno una mail con le indicazioni sulle modalità di accesso e un link da cui scaricare i materiali di supporto, che non saranno più distribuiti in formato cartaceo. In alternativa, i materiali saranno accessibili su supporti digitali grazie a un QR Code scaricabile direttamente in biglietteria. L’accesso alla biglietteria, al bookshop e ai locali di servizio sarà permesso a un visitatore o a un nucleo famigliare alla volta; nei negozi FAI i clienti dovranno indossare, oltre alla mascherina, anche i guanti. Si invita inoltre a effettuare gli acquisti con carte di credito e bancomat, per ridurre lo scambio di carta tra personale e visitatori.

Tutte le postazioni di lavoro e le aree comuni saranno sottoposte a igienizzazione costante e proporzionata all’utilizzo. Sarà garantito un adeguato ricambio di aria nei locali tramite ventilazione naturale o grazie a impianti regolarmente sanificati.

INFORMAZIONI

Le Saline Conti Vecchi riapriranno a partire da venerdì 22 maggio 2020 e accoglieranno i visitatori da martedì a venerdì dalle ore 16.30 alle 20.30 e sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.30.

Le visite potranno essere effettuate solo su prenotazione, per una durata complessiva di due ore; all’ingresso sarà accettata la presentazione del voucher sul dispositivo elettronico. L’accesso alla biglietteria sarà consentito a una persona (o famiglia) alla volta; la fila andrà rispettata e sarà obbligatorio mantenere la distanzq di sicurezza di almeno 1,5 metri. L’accesso è vietato a chi abbia una temperatura corporea superiore a 37.5°.

Per ulteriori informazioni accedere al sito ufficiale delle Saline Conti Vecchi, scrivere a faisaline@fondoambiente.it o telefonare allo 070 247032.

a cura della redazione

Lascia un commento