Previsioni meteo, settimana dal 5 al 10 marzo

A cura di Alessandro Gallo, meteorologo

Tendenza per la settimana
Sul bacino del Mediterraneo tende ad accentuarsi la coda di una saccatura con minimo sulla Gran Bretagna. La dinamica favorisce il richiamo di aria calda e umida sulle regioni meridionali della penisola e valori di temperatura primaverili mentre al nord si tende ad un peggioramento del tempo con precipitazioni a tratti moderate; a carattere nevoso sul settore alpino – quota 1600 mt -. Miglioramento atteso sulle regioni del nord Italia per il fine settimana. Per un impulso di aria fredda di origine atlantica atteso per il fine settimana, le temperature nel centro sud della penisola rientrano nelle medie del periodo. Tendenza per il fine settimana: condizioni di bel tempo su tutte le regioni.

Sardegna
L’aumento della copertura nuvolosa, alta e stratificata ha caratterizzato la giornata di lunedi. La copertura intensa con deboli schiarite è attesa fino alla giornata di venerdi, quando , per la stessa giornata, non si escludono deboli piogge intermittenti, localmente moderate intermittenti, sul campidano di Oristano e sassarese. Temperature stazionarie su entrambe i valori con un probabile aumento delle massime per mercoledi, 20 gradi previsti. Massime in leggera diminuzione dal giovedi. Ventilazione vivace nella sua direzione di provenienza, da NW sul settore nord occidentale, WSW sul meridione, SSE Sarrabus Ogliastra. Circolazione antioraria sulla Sardegna con decisa provenienza da Libeccio dal mercoledi. Venti dal settore NW con tendenza a disporsi da Ovest sul cagliaritano, in rotazione da Scirocco sul Sarrabus et settore orientale. Primo mattino riduzione visibilità per nebbia o foschia in rapido dissolvimento. 

La carta riporta i dati delle temperature del 4 marzo 1948. Temperature massime 12/14 gradi centigradi.

 

Lascia un commento