Statale 130, via al progetto per l’eliminazione degli incroci a raso tra Cagliari e Decimomannu

a cura della redazione

Il 13 novembre, presso l’assessorato dei Lavori pubblici in Viale Trento, si è tenuto un incontro tra i referenti di Anas e Regione Sardegna e i rappresentanti delle Amministrazioni Comunali di Elmas, Assemini e Decimomannu. I tre Comuni sono quelli direttamente interessati alla realizzazione dei lavori sul primo tratto della SS 130, il cui progetto risultava fermo da tempo.

Sul tavolo la progettazione definitiva della Strada Statale “Iglesiente” finalizzata all’eliminazione degli incroci a raso da Cagliari a Decimomannu e a garantire una circolazione più fluida e più sicura.

«L’incontro di oggi testimonia la volontà di consegnare alle comunità un’opera strategica e di farlo nei tempi stabiliti, che rischiavano di slittare esponendo la Regione al rischio di perdita del finanziamento – spiega l’assessore dei Lavori pubblici, Roberto Frongia –. Per questo motivo ho chiesto ad Anas non solo di accelerare quanto più possibile la progettazione per arrivare quanto prima all’apertura dei cantieri. Occorre inoltre prevedere la formula h24 con turnazioni di lavoro finalizzate all’accelerazione dell’opera. Non posso tollerare ulteriori ritardi: garantire la sicurezza in un’arteria martoriata dagli incidenti è l’obiettivo primario di questo Assessorato».

Nel corso dell’incontro l’Anas ha raggiunto un accordo con i tre Comuni coinvolti per la definizione degli interventi: lo scopo è quello di soddisfare le esigenze delle comunità locali. Tre gli obiettivi principali dei lavori sulla Statale: decongestionare il traffico causato dagli svincoli e dai semafori, favorire i collegamenti tra il Sulcis ed il Cagliaritano e garantire la sicurezza attraverso la pianificazione di un’opera definita dalle stesse Amministrazioni comunali «nettamente migliorativa rispetto all’attuale situazione».

Lascia un commento