Villasor: intervista al neo sindaco Massimo Pinna

di Luigi Palmas

Egregio Signor Sindaco, nel formularle, a nome della nostra rivista Vulcano, le congratulazioni per la Sua elezione a nuovo Sindaco di Villasor e per l’affermazione ampia della Sua coalizione e porgerle i nostri auguri di buon lavoro, vorremo iniziare con questa intervista a far si che i nostri concittadini conoscano periodicamente la vostra attività amministrativa e i vostri progetti sia per il prossimo futuro che per i prossimi cinque anni, dopo i proclami e i programmi pre-elettorali.

Quali sono le cose più importanti, le più urgenti, che state impostando e che vi accingete a realizzare?
“Da subito stiamo cercando di ripulire il paese in senso ecologico. Ci sono ancora i lavori per la rete del gas e le strade sono ancora dissestate. Con gli ultimi incontri con la ditta che li sta realizzando si è convenuto che dopo questa metà ottobre inizieranno i lavori di ripristino e bitumazione delle strade, dopo gli ultimi collegamenti alle abitazioni. All’origine dei lavori non erano previsti gli interventi in alcune strade che sono nate dopo il progetto della Regione e il capitolato d’ appalto di dieci anni fa. Si faranno i collaudi di pressione e poi la bitumazione di tutte le strade. Abbiamo quindi l’ esigenza di pulizia delle strade sia per il decoro urbano che per un problema di sicurezza.
Ci siamo attivati subito per la pulizia dei tombini delle acque bianche attraverso un autospurgo e ci siamo resi conto che ci sono, oltre le feritoie, tombini, a detta di chi fa i lavori con l’autospurgo, non puliti da anni. Noi siamo un Comune con rischi idrogeologici e dobbiamo intervenire per prevenire danni.
E’ stata presentata una domanda il 28 luglio alla Regione con una richiesta di contributi per la pulizia del rio Malu. La pulizia dei canali e’ demandata ai Comuni e non più al Consorzio di bonifica, proprietaria, con una nuova legge. Il 13 settembre ci è pervenuta notizia di finanziamento di 35 mila euro per la pulizia per un triennio. Questi lavori avverranno al piu’ presto, prima delle nuove, prossime, piogge. Iniziamo col primo stralcio pulendo il cemento. Il nostro progetto è quello di far defluire le acque di via Toscanini nel rio Malu creando una deviazione dalla piazza di Padre Pio al rio Malu mettendo una valvola in modo che una volta entrata l’ acqua nel fiume non ritorni a defluire nella strada e in tutto il circondario, con il consenso positivo del Genio Civile.
Ci stiamo approntando a far partire i lavori per la pulizia del canale di “Sa gora de Sant’Efis”, che attraversa e copre Viale Repubblica, opera importante che risale agli anni settanta, Sindaco Battista Orrù, per mettere in atto la sua sicurezza in brevi tempi”.

Per le scuole?
“L’ Istituto Comprensivo di Villasor è, probabilmente, il secondo, in Sardegna ad aver aderito, a giugno, e partecipato, al nuovo progetto didattico della rete ” Scuola senza zaino”. Sono stati acquisiti arredi nuovi, banchi, sedie, utilizzando importanti risorse economiche del Comune, risorse umane, personale, completando l’ iter due giorni prima dell’ inizio delle lezioni. E’ stato ritenuto un problema importante da affrontare perchè la scuola è il primo ambiente, dopo e insieme alla famiglia, e il contesto più’ importante per la crescita, l’ educazione, l’ apprendimento e il benessere psicofisico dei nostri figli”.

Per i Rifiuti solidi urbani?
“Sì questo è un altro problema importante che ho dovuto affrontare da subito.
Villasor, insieme ai Comuni di Serramanna, Samassi, Nuraminis, Samatzai, Serrenti e Monastir, fa parte del consorzio CISA, con sede a Serramanna, e usufruisce del servizio di raccolta dei rifiuti da parte della ditta “Team 3R Ambiente”. appaltatrice. Questa ditta, che ha vinto l’ appalto, in scadenza fra un anno, non ha ritirato per un certo periodo tutti i rifiuti in diverse zone del paese, causando notevoli disservizi e disagi sia per i cittadini residenti, che per le attività commerciali, nonché per la Base Aerea Interforze, che risiede nel nostro territorio. I disservizi sono stati segnalati subito al CISA e alla ditta. Dopo diversi incontri con i sindaci dei comuni interessati ed i vertici del CISA, si è presa la decisione di attuare i servizi sostitutivi con l’apporto di altra ditta, in modo da garantire un adeguato ritiro dei rifiuti. Le cause di ciò possono essere derivate da problemi economici interni della ditta stessa, causati dall’aver vinto l’ appalto con l’ offerta al ribasso del 30% e ulteriori ribassi. In ogni caso la società deve mantenere gli impegni, altrimenti i Sindaci dei sette Comuni e il CISA non sono disposti a tollerare ulteriori disservizi e, pur non volendo, se non risolve il problema e rispetta il contratto d’ appalto, sono intenzionati a rescinderlo anticipatamente e a fare una nuova gara”.

Per quanto riguarda le associazioni sportive, culturali e di volontariato cosa avete in programma?
“Stiamo per rinnovare le convenzioni per l’ uso dei locali comunali alle associazioni sportive, culturali e di volontariato, dopo averle censite e dopo aver approvato nuovi regolamenti più precisi ed efficienti”.

Parliamo ora di verde pubblico…
“Un altro punto importante è la sistemazione, a cui stiamo per provvedere, degli spazi verdi carenti di manutenzione.
Con i fondi e le norme della nuova legge regionale del REIS, reddito di inclusione sociale per i lavoratori che hanno fatto domanda entro il 12 luglio tramite i servizi sociali, che sostituisce quella per le povertà estreme, stiamo predisponendo la graduatoria per il loro inserimento nei lavori socialmente utili con un numero previsto di ore di lavoro al mese”.

Ex zuccherificio…
“Stiamo lavorando per poter bonificare l’area comunale degradata dell’ex-zuccherificio e per i lavori nella palazzina, molto degradata, occupata abusivamente. I locali liberati sono stati murati per non permetterne piu’ l’occupazione abusiva”.

Situazione migranti nel nostro paese.
“E’ stato subito affrontato il problema dei migranti africani nel nostro Comune.
Ad ottobre 2016 è stata pubblicata dal Ministero dell’ Interno la direttiva che determina la percentuale massima di accoglienza del numero dei migranti.”

Villasor al 31/03/2017 ospitava 77 migranti, al 30/04/2017 erano 89 e al 30/05/2017 si è arrivati a 156. A oggi quanti sarebbero stati? E per quali motivi? E cui prodest?
“Il gruppo di maggioranza “Insieme si Cambia”, il 30 giugno, dopo tre giorni dall’insediamento, ha deliberato in Consiglio comunale di aderire alla rete SPRAR, chiedendo l’applicazione delle “clausole di salvaguardia” che limiteranno e regolamenteranno la presenza dei migranti nel nostro comune. La legge prevede che ci debbano essere 3,3 migranti per ogni 1000 abitanti, quindi Villasor dovrebbe ospitarne al massimo 23.
Con la clausola di salvaguardia è prevista una riduzione graduale del canale di accoglienza e inoltre verrà concesso un finanziamento legato a progetti di inserimento, finanziato per il 95% dallo Stato, il 3% dal soggetto aggiudicatario e il 2% dal Comune sotto forma di beni e servizi. Si è deciso di aderire allo SPRAR per avere un maggiore coinvolgimento degli altri Comuni, in modo che le presenze siano ripartite equamente in base al numero degli abitanti. In questo modo avremo un sistema di accoglienza sostenibile e tra l’altro il provvedimento renderà il nostro Comune esente dall’attivazione di “ulteriori forme di accoglienza”. Il progetto prevede che i 23 dello SPRAR siano minori non accompagnati; questa tipologia di accoglienza favorisce il ripristino della sicurezza (ove non vi fosse) dei cittadini e al tempo stesso permette di integrare con maggiore fluidità i migranti stessi nel tessuto sociale.
Ora, dopo aver trasmesso la delibera del Consiglio comunale al Ministero degli Interni e alla Prefettura siamo in attesa del provvedimento finale”.

Attività culturali e ricreative: cosa avete in serbo?
“Abbiamo organizzato a costo zero, con il contributo organizzativo di associazioni di volontariato e culturali, il “Settembre Sorrese”.
L’ Associazione di Promozione Sociale FAMiglioriAMO, in collaborazione con il Comune di Villasor, l’Istituto Comprensivo di Villasor e Nuraminis, l’Oratorio e la Parrocchia San Biagio, il gruppo Scout di Villasor ha organizzato un incontro nel salone parrocchiale, diretto dal dott. Lorenzo Braina, pedagogista ed esperto di comunicazione psicopedagogica, con i genitori, insegnanti e coloro che hanno una responsabilità educativa verso bambini e ragazzi per dialogare su come sia possibile educare tra riti, tempi e legami.
“Holicolors”, musica con colori, per i ragazzi e i giovani, nell’ Anfiteatro.
“Castiendi”, ciclo di film all’ aperto, in collaborazione con l’ AUSER.
“Is fainas de bixinau”, in Via Grazia Deledda”.

Signor Sindaco, nel RingraziarLa per l’ intervista concessa a Vulcano, Le chiediamo di aggiornare periodicamente noi e i cittadini sulla Sua amministrazione e Le formuliamo i migliori auguri di buon lavoro.

Vulcano n° 93

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.