Assemini scende in piazza per dire NO alla violenza e al razzismo

Assemini scende in piazza contro la violenza e il razzismo. La comunità esprimerà la sua solidarietà nei confronti di Demetrio “Deniz” Elida, il cameriere filippino aggredito alla fermata dell’autobus giovedì scorso. «Sei cinese, stai portando qui il coronavirus», queste le parole rivolte al trentenne prima del pestaggio.

«Vedo solo teppismo razzista. Che tristezza», questo il primo commento della Sindaca Sabrina Licheri affidato ai social. La prima cittadina è poi intervenuta con fermezza tramite la pagina Facebook istituzionale: «Ad Assemini si è consumato un fatto gravissimo di inaudita violenza che come Amministrazione non possiamo lasciare passare sotto il silenzio: ASSEMINI NON È QUESTO. Vogliamo scendere in strada per manifestare la nostra solidarietà a Deniz e per ribadire con forza il nostro NO ad ogni forma di violenza, NO al razzismo. Chiediamo a ogni asseminese che si sente offeso da quest’azione spregevole e sente il bisogno di mostrare la sua distanza di manifestare con noi. Dimostriamo quanto siamo diversi».

L’appuntamento è rivolto a tutti i cittadini di Assemini e non. Mercoledì 12 febbraio alle ore 18.00 raduno e partenza dal palazzo comunale in piazza Repubblica. Il corteo si snoderà lungo via Monti, via Cagliari, via Carmine, via Satta e corso America per poi fare rientro in piazza Repubblica.

a cura della redazione

Lascia un commento