Intesa Governo-Regioni: OK a riaperture dal 18 maggio

L’Italia riparte compiendo un ulteriore passo in avanti all’interno della cosiddetta “fase due”. Dal 18 maggio le Regioni potrebbero infatti riaprire in autonomia le attività. Sulla base dei dati del monitoraggio, tra giovedì e venerdì arriveranno le linee guida utili alla riapertura di commercio al dettaglio, bar e ristoranti, estetisti e parrucchieri. Linee guida e protocolli di sicurezza saranno indicati per ogni attività – viene spiegato – affinché si possa riaprire nella massima sicurezza. 

È quanto emerso, secondo quanto riporta l’ANSA, nel corso dell’incontro avvenuto nel tardo pomeriggio tra il Governo e i Presidenti delle Regioni, a cui hanno preso parte il Premier Conte, il Ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia e il Ministro della Salute Roberto Speranza. «Inizia la fase della responsabilità per le Regioni», ha dichiarato il Ministro Boccia.

Al Governo nazionale rimarrà comunque la possibilità di intervenire per stabilire nuove chiusure nel caso in cui la curva epidemiologica dovesse tornare su livelli alti, sulla base dei criteri anti-contagio definiti dalla circolare del Ministero della Salute. Governo e Regioni saranno sempre a stretto contatto e gli eventuali interventi saranno tempestivi.

Ad anticipare i contenuti dell’accordo è stato il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, con un tweet: «Conte ha accolto la richiesta di autonomia delle Regioni nella gestione della #Fase2. Dal 18 maggio potremo aprire le attività in base alle esigenze territoriali. Le proposte del Governo verranno integrate con quelle degli Enti locali. E faremo monitoraggio. Avanti con buon senso».

a cura di Luca Pes

Lascia un commento