Quota 100, la provincia di Cagliari è al quinto posto in Italia per richieste di pensionamento

di Francesca Matta

Quota 100, la misura economica tanto voluta dal leader del Carroccio, Matteo Salvini, ha fatto presa soprattutto al centro-sud. Area in cui alle scorse elezioni politiche ha stravinto il Movimento 5 Stelle, con il cavallo di battaglia del reddito di cittadinanza. La Sardegna non è esente, e a dimostrarlo è una mappa realizzata da Wired, in cui si trovano tutte le domande fatte finora.

La norma inserita nella Legge di bilancio prevede il pensionamento per coloro che abbiano maturato 62 anni di età e 38 di contributi. Per chi vuole, invece, uscire in anticipo dal mercato del lavoro – fissato a 67 anni per il 2019 -, si detrarrà il 30% dell’assegno mensile.

La mappa, per poter normalizzare il dato, tiene in considerazione l’incidenza delle richieste su base provinciale: e cioè, il tasso ogni mille abitanti tra i 62 e i 67 anni. Nella classifica nazionale, Cagliari si posiziona al quinto posto con 5,05 domande ogni mille residenti, su 170 richieste di pensionamento con quota 100.

Su base regionale, seguono la provincia di Oristano, con un’incidenza di 4,028 domande ogni mille residenti, su 54 richieste; Nuoro, con un’incidenza di 4,020 domande ogni mille abitanti su 67 richieste; Sassari, con un’incidenza di 3,032 ogni mille residenti su 115 richieste; Sud Sardegna, con l’incidenza più bassa: 1,438 domande ogni mille residenti su 44 richieste.

 

Lascia un commento