San Sperate, è tempo di tango

Nella foto Filippo Piredda al pianoforte e Stoyan Karaivanov al bandoneon nel loro concerto d’esordio. (C. Manca)

 

San Sperate. Quarto appuntamento della rassegna concertistica 2022 per la Scuola Civica di Musica.

È tempo di ritmo, di sentimento e di Sud America. È tempo di tango.

Protagonisti della serata Filippo Piredda con il pianoforte ed il talento bulgaro Stoyan Karaivanov con il bandoneon.

Il primo, cagliaritano classe 2002, sta proseguendo con il massimo dei voti gli studi di pianoforte a Cagliari sotto la guida di Aurora Cogliandro. Nonostante la giovanissima età ha già ricevuto diversi premi e recentemente è stato scelto per rappresentare il Conservatorio di Cagliari in un concerto presso i Musei Vaticani.

Karaivanov, anch’egli giovanissimo, è uno dei principali nomi emergenti del panorama bulgaro, ha già suonato con numerose orchestre di prestigio e ottenuto vari riconoscimenti tra cui spicca il recentissimo Young Talent Award bulgaro.

Il concerto, intitolato Il mondo del tango, vedeva i due al debutto come coppia. Per questa prima serata hanno attinto dal repertorio del compositore argentino Astor Piazzolla, adattando a due dei brani che originariamente venivano eseguiti da un gruppo di cinque persone. Piazzolla è famoso per aver portato il tango all’attenzione del grande pubblico, riuscendo anche a trovare felici collaborazioni con altri generi come il jazz, la musica classica o le musiche popolari.

Il primo brano è stato Adios Nonino, seguito da Oblivion e da las Cuatro Estaciones Porteñas. L’emozione era visibile ma la loro performance è stata eccellente. Il lungo e caloroso applauso finale accompagnato dalla richiesta del bis, gentilmente concesso, ne è la prova migliore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.