Torino-Cagliari 1-1, una grande prestazione per continuare a crescere

I rossoblù si portano in vantaggio con Nandez sul finire del primo tempo. Pareggio di Zaza nella ripresa

di Luca Pes

IMBATTUTI IN TRASFERTA – Settimo risultato utile consecutivo per il Cagliari che all’Olimpico di Torino non va oltre l’1-1 dopo esser passato in vantaggio ed aver disputato un’ottima gara per settanta minuti. La squadra di Maran è ancora imbattuta in trasferta e, dopo le vittorie di Parma e Napoli e il punto guadagnato all’Olimpico contro la Roma, ottiene il secondo pareggio consecutivo lontano dalle mura amiche. In attesa delle due gare che completano il turno di campionato, i rossoblù rimangono al quinto posto con 15 punti. Mercoledì alla Sardegna Arena (ore 21) arriva il Bologna. 

LA CRONACA

IONITA IN CAMPO – Il Cagliari si presenta a questo importante appuntamento forte del quinto posto in classifica. Maran ripropone Faragò sulla fascia destra della linea difensiva, nel cuore della retroguardia è ancora Pisacane ad affiancare Ceppitelli. A centrocampo non si può prescindere da Nandez e Cigarini, accanto a loro chance per Ionita. Il “Ninja”Nainggolan, galvanizzato dallo splendido gol di sette giorni fa, sostiene le due punte Simeone e João Pedro.
Mazzarri opera quattro cambi rispetto alla squadra che è uscita sconfitta dalla Dacia Arena di Udine: Djidji prende il posto di Lyanco nel terzetto difensivo, gli esterni di centrocampo sono De Silvestri e Ola Aina, Ansaldi supporta Belotti assieme al rientrante Iago Falque.

NANDEZ GOL – Nella prima fase della gara le due squadre sonnecchiano e si studiano, i portieri sono semplici spettatori non paganti. Il Cagliari lancia il primo segnale dopo 19 minuti: fraseggio Nandez-Nainggolan-Faragò, l’esterno serve un rasoterra al centro dell’area di rigore e João Pedro conclude di poco fuori con un bel destro a giro. Il Cagliari tiene maggiormente il possesso palla ma entrambe la compagini faticano a produrre occasioni da gol. Al 37° brutto errore di Ceppitelli in fase di disimpegno, Belotti non riesce ad approfittarne.  Passano tre minuti e il Cagliari sblocca il match: cross di Faragò dalla destra, tocco di Simeone per Nandez che con un preciso diagonale trafigge Sirigu. Per il centrocampista uruguaiano si tratta del primo gol in Serie A.

PAREGGIO ZAZA – Mazzarri ridisegna la squadra e dopo l’intervallo inserisce Simone Zaza al posto di Iago Falque. Al 55° il Cagliari reclama un calcio di rigore per un contatto in area tra João Pedro e Nkolou, l’arbitro è a pochi passi e lascia correre. Sugli sviluppi dell’azione gran tiro da fuori area di Simeone, Sirigu respinge con un bell’intervento. Al 59° Mazzarri spariglia le carte inserendo Verdi al posto di Djidji, la squadra passa così al 4-3-1-2. Al 70° lampo del Torino e gol del pareggio: Belotti va via di forza a Ceppitelli sulla sinistra, mette al centro un rasoterra teso per Zaza che da pochi metri deposita la sfera alle spalle di Olsen. La squadra granata ritrova la verve agonistica e preme alla ricerca del vantaggio, il Cagliari per qualche minuto fatica ad uscire dalla propria metà campo. Al 75° Belotti parte in campo aperto, entra in area, conclude rasoterra ma Olsen gli nega la gioia del gol. Un minuto più tardi il Cagliari reagisce con Simeone, Sirigu esce sui piedi del numero 99 rossoblù togliendogli dai piedi una pericolosa palla gol. Maran nel giro di dieci minuti sostituisce Nandez, Nainggolan e Ceppitelli con Castro, Rog e Klavan: l’assetto tattico rimane pertanto invariato. Nel finale il Cagliari va a caccia del gol con un piglio da grande squadra e si rende più volte pericoloso. Pellegrini impegna l’estremo difensore del Toro con un traversone velenoso, Pisacane sfiora la traversa con un gran sinistro a giro. Brivido rossoblù apochi istanti dal triplice fischio: Ansaldi serve un bel cross al centro dell’area, Olsen fa valere la sua stazza ed esce in presa alta su Zaza.

Il tabellino di Torino-Cagliari

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji (59° Verdi); De Silvestri, Baselli, Rincon, Aina (79° Laxalt); Falque (46° Zaza), Ansaldi; Belotti
A disposizione: Ujkani, Rosati, Lyanco, Lukic, Edera, Millico, Meite, Bremer
Allenatore: Mazzarri

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Faragò, Ceppitelli (82° Klavan), Pisacane, Pellegrini; Nandez (74° Castro), Cigarini, Ionita; Nainggolan (80° Rog); Joao Pedro, Simeone
A disposizione: Aresti, Rafael, Walukiewicz, Mattiello, Pinna, Birsa, Deiola, Oliva, Cerri
Allenatore: Maran

ARBITRO: Fabbri di Ferrara
Assistenti: Costanzo-Pagliardini
Quarto ufficiale: Marinelli
VAR: Banti
AVAR: Preti

MARCATORI: 40° Nandez (C), 69° Zaza (T)

Ammoniti: Nainggolan (C), Ansaldi (T), Ceppitelli (C), Cigarini (C), Rincon (T)

Corner: 6-11

Recupero: 2′ – 3′

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.