Troppi cittadini a spasso per il paese. L’appello del Sindaco di Villaspeciosa: «Restate a casa!»

«Speciosesi, dovete restare a casa! Questo è l’invito che vi abbiamo fatto con tutti i canali a nostra disposizione. Abbiamo informato anche chi non ha WhatsApp e non sta su Facebook». Con queste parole il Sindaco di Villaspeciosa, Gianluca Melis, ha lanciato un nuovo disperato appello ai cittadini, attraverso un video messaggio sulla sua pagina Facebook. Sembra, infatti, che la popolazione non stia seguendo rigorosamente le disposizioni del Governo che limitano la possibilità di uscire dalle proprie abitazioni ai soli casi di necessità, cioè recarsi a lavoro, per motivi di salute o per far fronte a comprovate esigenze.

Melis ha lamentato il fatto che «la strada che porta a San Cromazio (località campestre alle porte del paese) sembra viale Poetto in una domenica d’estate. Ci sono più persone nella strada per San Cromazio che nelle proprie abitazioni».

Sebbene il Governo e la Protezione Civile abbiano disposto che è consentito svolgere attività fisica, purché da soli, rispettando la distanza di sicurezza e senza creare assembramenti, il Sindaco si trova in disaccordo con questa concessione, in quanto «tutte le cose lasciate al buon senso creano confusione. Infatti questo è il caso: tutti che vanno a fare la passeggiata». Anche la situazione all’interno del centro abitato non è delle migliori: alcuni cittadini si sentono liberi di uscire più volte al giorno per fare la spesa nei market del paese. Alcuni giovani del paese si sono offerti volontari per venire in soccorso delle fasce di popolazione più deboli, che devono assolutamente evitare di uscire di casa per scongiurare il rischio di infezione, rendendosi disponibili a gestire le necessità più comuni come fare la spesa, comprare i medicinali in farmacia o recarsi alle poste per i pagamenti urgenti.

Inoltre, il parroco del paese, Don Marco, ha attivato un servizio di diretta streaming su Facebook per consentire ai fedeli di poter seguire la messa giornaliera.

L’invito del Sindaco è quello di avvalersi di questi servizi, in particolar modo ora che il livello di allerta nel paese si è alzato. Infatti, in giornata è arrivata la notizia di un caso di positività da Covid-19 nel paese confinante di Siliqua. Motivo per cui, il Comune ha attivato il COC, Centro Operativo Comunale.

Altri appelli simili sono arrivati dai Sindaci dei comuni limitrofi, che si stanno impegnando per ottenere la massima collaborazione di tutti i cittadini.

Andrea Piras

Lascia un commento