Coronavirus in Sardegna, salgono a 682 i contagi: 31 in una Rsa a Sassari

Nuovo allarme coronavirus a Sassari. Dopo la rapida diffusione dei contagi avvenuta nella casa di riposo “Casa Serena”, si contano 31 ospiti positivi nella “Rsa San Nicola”. La notizia è stata confermata dall’Assessore alla Sanità Mario Nieddu: i risultati dei tamponi sono arrivati il 29 marzo in tarda serata e i nuovi casi non son stati inseriti nel bollettino di giornata della Protezione Civile.

Nel complesso, gli ultimi aggiornamenti del Ministero della Salute fanno sapere che i casi di contagio in Sardegna salgono a 682 (+44 rispetto a ieri), di cui 113 ricoverati con sintomi, 24 in terapia, mentre 485 positivi restano in isolamento domiciliare. Tra le note positive si legge l’aumento dei pazienti dimessi a quota 32 (+3 rispetto a ieri).

Si contano poi tre nuovi decessi di persone risultate positive al Covid-19: si tratta di pazienti ricoverati nella casa di riposo sassarese “Casa Serena”. Sale così a 28 il numero di persone decedute. A tal proposito, le autorità regionali hanno provveduto a fornire informazioni più dettagliate rispetto ai casi di decesso accertato sull’Isola: l’età media delle vittime è di 76,3 anni (42 anni il più giovane, 91 anni il più anziano). La maggior parte dei deceduti, poi, sono uomini: tra le 27 vittime sarde, infatti, soltanto 7 sono donne. Così come nel resto d’Italia e del mondo, quindi, le persone più a rischio sono gli anziani.

Per ciò che riguarda l’area geografica della diffusione del coronavirus, la provincia di Sassari resta quella con il maggior numero di contagi raggiungendo quota 454 (+39), seguita dalla Città Metropolitana di Cagliari con 103 (+1), Nuoro con 58 (+1), Sud Sardegna con 57 (+2) e Oristano che raggiunge i 10 casi (+1).

Francesca Matta

Lascia un commento