Giuseppe Conte: nuove misure restrittive contro il coronavirus

Giuseppe Conte 11 marzo

In un video trasmesso sulle TV nazionali e sui canali social, Giusepppe Conte ha annunciato nuove e più stringenti misure per il contrasto del contagio da coronavirus. L’Italia continuerà a modificare le proprie abitudini in modo compatto, continuando a essere una grande e unica “zona rossa”.

Saranno aperti solamente i negozi di generi alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le edicole, i tabacchi e i benzinai, cioè le attività che garantiscono l’approvvigionamento di beni di prima necessità. Disposta la chiusura di tutte le attività commerciali che non vendono beni indispensabili. Chiusi dunque bar, pub, ristoranti (aperti solo se effettuano servizio a domicilio), parrucchieri, centri estetici. 

Operativi i trasporti e i servizi bancari, postali, finanziari e assicurativi, che dovranno garantire la distanza interpersonale minima di un metro.

Il Presidente del Consiglio ha annunciato la nomina di Domenico Arcuri, attuale amministratore delegato di Invitalia, come commissario per far fronte a tutti i problemi sanitari che riguardano le attrezzature, i dispositivi di protezione e i posti letto in terapia intensiva.

«Non ci dobbiamo aspettare che il contagio si arresti domani – ha dichiarato Conte – i risultati li vedremo tra qualche settimana».

Il Premier ha poi ringraziato tutti gli italiani che stanno iniziando ad adattarsi alle nuove misure, lanciando un messaggio di serenità attraverso una frase di forte impatto: «Stiamo distanti oggi, per abbracciarci più forte domani».

I NUMERI

L’ultimo bollettino della Protezione Civile parla di 10.590 persone attualmente positive in Italia, a fronte degli 8.514 di ieri. Sono 12.462 i casi totali. Tra questi, 827 morti e 1045 guariti.

a cura della redazione

Lascia un commento