Poker della Juventus, Befana amara per il Cagliari

Dopo il primo tempo chiuso a reti bianche, nella ripresa la Juventus domina e stravince grazie alla tripletta di Cristiano Ronaldo e al gol di Higuain

Terza sconfitta consecutiva per il Cagliari che esce dell’Allianz Stadium con quattro reti al passivo. La vittoria più larga della Juventus in questo campionato coincide con la sconfitta più pesante, delle cinque totali, per i rossoblù. Il Cagliari rimane in partita per 45 minuti ma nella ripresa soccombe sotto i colpi della Vecchia Signora. Gli uomini di Maran rimangono al sesto posto in classifica, a quota 29 punti. Inizia malissimo l’anno del centenario per il sodalizio di Tommaso Giulini.

LA CRONACA

ESORDIO WALUKIEWICZ – Novità importanti in casa Cagliari. Davanti al rientrante Olsen, di nuovo in campo dopo la maxi-squalifica, c’è Walukiewicz all’esordio assoluto in Serie A. Sulla sinistra della retroguardia torna Pellegrini, in mezzo al campo c’è Nandez. Nainggolan supporta le due punte Simeone e Joao Pedro.
In casa Juve torna Cuadrado sulla corsia destra, in mezzo conferma importante per Demiral a scapito di De Ligt che si accomoda in panchina. In mezzo al campo altra chance per Rabiot; Ramsey gioca sulla trequarti alle spalle di Ronaldo e Dybala, con Higuain in panchina. 

RETI INVIOLATE – La partita fatica a decollare, il primo squillo della Juve arriva dopo 9 minuti con Alex sandro che spara alto sopra la traversa dopo un cross di Cuadrado. Al 13° ancora Juve con Ramsey che conclude in mezza rovesciata ma trova Matuidi sulla traiettoria e il pallone termina a lato. Il Cagliari palleggia bene ma fatica a presentarsi dalle parti di Szczesny. Al 25° Ramsey calcia dal limite, la conclusione non è particolarmente insidiosa per Olsen. Al 31° miracolo del portiere cagliaritano su colpo di testa di Cristiano Ronaldo, l’azione era comunque ferma per fuorigioco. La migliore occasione del primo tempo è di Demiral che al 36° colpisce la traversa con un violento colpo di testa. Al 41° il Cagliari si affaccia in avanti con Nainggolan, la “ciabattata” che spedisce il pallone sul fondo non rende giustizia alle capacità balistiche del belga. La Juve pressa ma si va al riposo a reti inviolate, un primo tempo decisamente al di sotto le aspettative per entrambe le squadre. 

DOMINIO JUVE – Si riparte e la Juventus va subito in vantaggio: errore macroscopico di Klavan che serve debolmente Walukiewicz al limite dell’area, Ronaldo intercetta la sfera e mette in rete dopo aver dribblato Olsen. Al 51° ancora Juventus pericolosa ma l’estremo difensore rossoblù respinge la conclusione ravvicinata di Dybala e poi smanaccia sulla deviazione di Klavan che rischia l’autogol. I bianconeri dominano la prima fase del secondo tempo, ma al 60° il Cagliari va vicinissimo al pareggio con un colpo di testa di Simeone su cross di Nainggolan che impegna severamente Szczesny. Pochi munti dopo gran punizione di Dybala dal limite dell’area, Olsen respinge tuffandosi sulla sua sinistra. Al 66° Dybala si infila in area e Rog lo stende; l’arbitro decreta il rigore, Ronaldo dagli undici metri non sbaglia. Al 72° Nainggolan conclude verso la porta, Joao Pedro si avventa sulla sfera e per poco non beffa il portiere avversario. Tre minuti più tardi è Ramsey a impegnare Olsen dalla lunga distanza. Dopo aver dominato per tutto il secondo tempo, nel finale la Juventus dilaga. All’81° Higuain viene servito negli ultimi sedici metri, rientra sul destro e grazie a una deviazione di Klavan infila Olsen. Passa solo un minuto e Cristiano Ronaldo, servito da Douglas Costa lanciato in contropiede, trova il quarto gol della Juve e la tripletta personale. Nel recupero, spazio per una grande azione di Joao Pedro che col sinistro colpisce in pieno il palo alla destra di Szczesny.

Juventus-Cagliari 6 gennaio 2020

Il tabellino di Juventus-Cagliari 4-0

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi (83° Emre Can); Ramsey (80° Douglas Costa); Dybala (70° Higuain), Ronaldo
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, De Ligt, Danilo, Rugani, Bernardeschi, Pjaca
Allenatore: Sarri

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore (61° Faragò), Walukiewicz, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini (85° Oliva), Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone (80° Cerri)
A disposizione: Rafael, Ciocci, Mattiello, Lykogiannis, Carboni, Ionita, Deiola, Birsa, Castro, Cerri
Allenatore: Maran

ARBITRO: Giacomelli di Trieste
Assistenti: Liberti-Bottegoni
Quarto ufficiale: Volpi
VAR: Banti     AVAR: Cecconi

MARCATORI: 49° Ronaldo (J), 67° rig. Ronaldo (J), 81° Higuain (J), 82° Ronaldo (J)

Ammoniti: Rabiot (J), Joao Pedro (C)
Corner: 3-2

Recupero: 1′- 3′

 

Luca Pes

 

Lascia un commento