Uta, il parco di Santa Maria si rinnova

Approvato in Consiglio comunale un cospicuo finanziamento destinato alla riqualificazione del parco di Santa Maria a Uta

 

di Andrea Piras

 

Durante l’ultimo Consiglio comunale è stato approvato lo stanziamento di euro 250.000 euro di fondi comunali che, insieme ad un finanziamento di uguale entità che verrà chiesto al Credito Sportivo, permetterà la realizzazione di importanti opere in grado di valorizzare e rendere più fruibile il Parco di Santa Maria a Uta, nel quale è situato l’omonimo santuario del 1.100. Uno dei più noti esempi di chiesa in stile Romanico presente in Sardegna. Inizia un iter che consentirà di dotare il sito, simbolo del paese di Uta, di un info point, un punto ristoro, nuovi servizi igienici, un nuovo impianto di illuminazione. Inoltre, è previsto il completamento della recinzione e la realizzazione di un impianto di videosorveglianza con l’obiettivo di garantire una maggior tutela dell’area, che nelle intenzioni verrà dotata anche di un’area fitness e di socializzazione all’aria aperta.

Il progetto interessa uno dei siti più importanti per la comunità utese che ha come suo punto di riferimento Santa Maria, non solo nella settimana dell ‘8 settembre in occasione della frequentatissima festa. Infatti, ogni giorno, il parco è meta di tantissimi visitatori e famiglie che approfittano della tranquillità del luogo per incontrarsi e svolgere attività ricreative e sportive. Negli anni passati e recenti, il parco di Santa Maria è stato l’incantevole scenario di concerti, manifestazioni ed eventi culturali.

Soddisfatto il Sindaco Giacomo Porcu: «Ringrazio la maggioranza che compatta ha votato questa fondamentale proposta per consentire alla Comunità di avere a disposizione tutti i servizi che consentiranno un utilizzo del Parco pieno e confortevole 365 giorni all’anno. In centinaia, utesi e non, frequentano quotidianamente questo splendido sito lamentando l’assenza di servizi all’altezza. È sempre stato un obiettivo primario del nostro programma in grado di garantire sviluppo e lavoro grazie alla sua forte attrattivita’ turistica. Sono felice che questo percorso prenda avvio nel 25 esimo anniversario dell’elevazione della chiesa a Santuario. Come amo dire Uta è Santa Maria, Santa Maria è Uta».
All’entusiasmo del primo cittadino, si aggiunge quello dell’assessore alla Cultura Andrea Onali: «Finalmente diamo inizio ad un intervento di riqualificazione che oltre all’amministrazione sta a cuore a tutta la comunità. Sono soddisfatto che anche questo punto del nostro programma prenda finalmente forma».

 

 

Andrea Piras

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.